Il Voto alla Madonna

Ultima modifica 25 dicembre 2021

Voto_quadro

Più di tre secoli fa, nel lontano 1676, il paese venne colpito da una terribile pestilenza. In quell‟occasione, la comunità e l'autorità civile formularono un voto, da allora rinnovato ogni anno nella prima domenica di maggio, con manifestazioni religiose e civili, soprattutto con la rievocazione della storica processione per le vie del paese, con l'immagine della Madonna portata a spalle da portatori a piedi scalzi e l'attraversamento del fiume, da parte del corteo votivo, mediante un ponte di legno, sostenuto da barche appositamente allestito per l'occasione. La ricorrenza e la celebrazione dello storico voto rappresentano, allo stesso tempo, un atto di fede di un popolo profondamente religioso e l'espressione di uno stile di vita di una popolazione di origine contadina, legata alla propria terra e al corso d'acqua che l‟attraversa e che da sempre ne ha determinato fortune e disavventure.

ponte_barche

In allegato l’approfondita relazione del prof. Emidio Pichelan “IL VOTO tra passato e presente, 1676-2007”, la storia di un flagello, di un voto e di una processione.

Segue un breve estratto dal DVD realizzato nel 2007 dal gruppo di volontari "Ponte di Barche" che dal lontano 1976 ha curato la realizzazione del ponte di barche.

Il_Voto_relazione_2007
Allegato formato pdf
Scarica